CalabriaSport24

Vibonese: rossoblù sconfitti al “Menti” e Juve Stabia in serie B



La Vibonese cade al “Menti” davanti alla regina del girone C: la Juve Stabia si impone sui calabresi con il risultato di 2-1 e conquista la cadetteria.

Un rigore per parte: a Paponi risponde Bubas e poi è Mezzavilla a chiudere i conti ed a firmare il successo promozione.

PRIMO TEMPO

Allo stadio “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia si registra il tutto esaurito, per una partita che per i campani potrebbe valere la serie B.

Già al 3′ Elia chiama in causa Mengoni e lo costringe a salvarsi in angolo ed, al 10′ – a causa di un fallo in area commesso da Obodo – i campani, dal dischetto, dipingono i loro sogni di gloria. Paponi si incarica della battuta dagli 11 metri ed ipoteca la cadetteria.

La Vibonese non demorde e, anzi, detta i ritmi del gioco ed al 29′ si propone in avanti con Bubas che tira a rete, ma Branduani risponde “presente” e neutralizza la sfera.

Al 31′, è proprio l’estremo difensore gialloblù a commettere fallo sull’argentino e per l’arbitro è rigore: il numero 19 calabrese si porta sul dischetto, non sbaglia e firma il suo sesto centro stagionale, regalando l’1-1 ai suoi.

La Vibonese prova il colpaccio con Collodel che al 37′ calcia un bolide che si stampa sulla parte bassa della traversa e fa mangiare le mani alla squadra di Orlandi.

Allo scadere è la capolista ad essere sfortunata e a colpire il palo esterno: al “Menti” il finale parziale è 1-1 e si va negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO

Bastano due minuti alla Juve Stabia per ripristinare il vantaggio: Mezzavilla si fa trovare pronto ed infila Mengoni per il 2-1.

La Vibonese cala ed i campani provano ad affondare: al 59′, sugli sviluppi di una punizione, Mengoni sventa un altro pericolo e si salva in angolo, per ripetersi poi al 67′ ed, ancora al 70′, con interventi provvidenziali.

I rossoblù prestano il fianco ai campani che, allo scadere, non fanno più parte di questa categoria.

La Juve Stabia è in serie B e la Vibonese saluta definitivamente il sogno playoff.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.