CalabriaSport24

Trebisacce – Cutro, commenti post partita

Il pomeriggio dell’ “Amerise” si apre con la sfilata di tutti i piccoli campioncini del settore giovanile giallorosso, presentati per ogni rispettiva categoria e che hanno accompagnato i 22 all’ingresso sul terreno di gioco.

Pronti via e Trebisacce è subito in vantaggio. Galantucci ha il guizzo vincente al termine di un bel dialogo con Mazzei e per Voce non c’è scampo, con una finta che manda fuori giri tutta la difesa ospite e il tiro imparabile dal limite dell’area. Sono appena trascorsi i primi 9 minuti di gioco ma la verve offensiva dei Delfini, reduci dalla sconfitta sul campo della ReggioMediterranea, è veramente di grande livello. Il pallino del gioco è saldamente in mano a Filidoro e compagni che confezionano una sfilza di occasioni da rete. Al 22′ Zicarelli impegna Voce che si ripete poco dopo su Maio. Galantucci svirgola da ghiotta posizione, mentre al 36′ è nuovamente il portiere del Cutro ad esaltarsi sempre sullo stesso Galantucci. Le occasioni si susseguono a raffica e nell’ordine, prima del duplice fischio finale, Mazzei coglie la traversa, Zicarelli calcia sul fondo mentre Galantucci si fa “ipnotizzare” da Voce in uscita.

L’avvio di ripresa regala emozioni a catena. Al 3′ il Trebisacce si vede nuovamente murare da Voce, il tentativo è stato di Maio ed il Cutro, al 10′ perviene al pareggio con Morello. Giallorossi che però trovano immediatamente il nuovo punto del vantaggio, dopo appena 60”, stavolta con Zicarelli per la gioia dei tifosi di casa, con una conclusione a incrociare da posizione defilata, su assist di Maio. I legni però continuano a frapporsi tra gli uomini di Malucchi ed il gol. É Galantucci, che prosegue il proprio duello con la difesa ospite a cogliere un’altra traversa. Il punteggio non cambierà più da qui al termine, nonostante i tentativi degli ospiti di pervenire al nuovo pareggio. Pesante affermazione in chiave salvezza per il Trebisacce che avanza così a quota 27 in classifica.

Il vice-presidente Giuseppe Giordanelli, ha così commentato: “Le sensazioni a caldo sono di una grande gioia, ma quanta sofferenza per non essere riusciti a chiuderla quando avevamo l’occasione. Era una partita che si era incanalata da subito bene e nel primo tempo, oltre il gol, abbiamo confezionato almeno tre limpide azioni per poter trovare il raddoppio. Il Cutro ha pareggiato, nel secondo tempo, alla prima vera palla-gol creata e per certi versi si stavano riproponendo vecchi spettri del passato. Ma la crescita del gruppo, iniziata ormai da parecchio tempo, ha trovato nuova conferma nell’ottima reazione di tutti gli elementi, con il gol di Zicarelli dopo pochissimi istanti. Galantucci? È il nostro top player ed anche stavolta l’ha dimostrato. Da cineteca il primo gol dal limite dell’area, su assist di Mazzei. Con un solo movimento è riuscito ad eludere tutta la difesa. È chiaro, al fine di poter far giocare bene un calciatore tecnico ed esperto come Galantucci, serve il lavoro di tutta la squadra ed anche oggi, devo dire, prestazione encomiabile di tutti, anche di coloro i quali sono subentrati in corso d’opera. Hanno dato tutti il massimo e ripeto, l’unica pecca, è non essere riusciti a chiuderla prima per poter avere un pizzico in più di tranquillità fino al fischio finale”.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.