CalabriaSport24

Serie B: l’ordine e il cinismo premiano il Crotone, espugnato il “Picco” di La Spezia

Vittoria esterna importantissima per i ragazzi di Stroppa che sbancano il “Picco” di La Spezia per 2-1 grazie alla doppietta di Simy, il quale si conferma come al solito un attaccante poco appariscente ma molto concreto. Di Ricci il super goal degli aquilotti, utile soltanto a riaprire la partita.

Primo tempo
Stroppa conferma gli stessi undici che hanno pareggiato il derby, fatta eccezione per l’infortunato Spolli sostituito da Cuomo e lo stesso fa Italiano, che conferma la formazione vincente al “Tombolato”.
Pronti-via e lo Spezia subito pericoloso: tocco di Federico Ricci per suo fratello Matteo che dal limite dell’area lascia partire un bel destro, deviato da Cordaz in calcio d’angolo. Dopo il quarto d’ora iniziano a farsi vedere anche gli squali: cross interessante di Mazzotta che Messias sfiora soltanto. Al 23′ la svolta: Zanellato viene steso in area da Terzi e calcio di rigore per il Crotone. Dal dischetto si presenta Simy che, con la solita freddezza, realizza il primo goal del suo campionato. Passano solo 5′ e gli squali raddoppiano: grande incursione centrale di Messias che trova al limite dell’area il centravanti nigeriano, il quale controlla e la piazza all’angolino, senza che Krapikas possa opporre resistenza. Lo Spezia accusa l’uno-due terrificante dei rossoblu ma ad un minuto dalla fine riapre il match con un goal favoloso di Federico Ricci, che trafigge Cordaz con un mancino che va a togliere la ragnatela dall’incrocio dei pali.

Secondo tempo
Brivido in avvio per gli squali: provvidenziale la chiusura di Gigliotti su Federico Ricci, che si stava involando verso i pali difesi da Cordaz. I pitagorici difendono con ordine, concedendo pochi spazi agli aquilotti. Ci prova Ferrer dalla distanza con una bella rasoiata ma il portiere rossoblu è sempre molto attento. Sfortunata la squadra di Stroppa al 76′: lo Spezia perde palla in uscita, Simy trova l’accorrente Benali, che dai 25 metri prende in pieno la traversa. Finale concitato, la banda di Italiano attacca ma non riesce a sfondare il muro crotonese: Galabinov a due minuti dal termine non arriva per un soffio sul pallone tagliato sul solito Ricci, il migliore dei suoi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.