CalabriaSport24

Serie B: fine settimana amaro per le calabresi, il Palermo prova la fuga

Dodicesima giornata da dimenticare per le due squadre nostrane. Il Cosenza ha perso per 2-3 al “San Vito/Marulla” una partita rocambolesca contro il Lecce di Liverani, mentre il Crotone di Oddo si è dovuto arrendere al “R. Curi” al Perugia del suo ex compagno di squadra e di nazionale Nesta per 2-1. Due sconfitte di misura che hanno sottolineato per l’ennesima volta i limiti e le difficoltà delle due compagini calabresi. La truppa di Braglia, dopo aver ripreso una partita incredibile, ha peccato di scarsa concentrazione concedendo al fantasista giallorosso Falco tutto lo spazio per mirare l’angolino basso e battere un Saracco ancora una volta non esente da colpe. Un Tutino versione special non è bastato per uscire dalla zona calda e per scacciare i fantasmi che stanno, purtroppo, tormentando questo primo scorcio di stagione.

Discorso simile può essere fatto per gli squali che, dopo l’avvicendamento di Oddo, hanno trovato un misero pari allo “Scida” contro il Carpi penultimo in classifica e una sconfitta contro un Perugia in netta ripresa ma non di certo irresistibile. Così come i Lupi della Sila, i pitagorici hanno grande difficoltà nel gestire le partite nei momenti clou e non riescono a capitalizzare il buon numero di occasioni da goal create. Simy e Budimir non stanno incidendo come ci si aspettava mentre la difesa non ha ancora trovato quel leader che sappia guidare i compagni in campo.


Tra due settimane a Crotone si giocherà la partita della verità che entrambe le squadre devono assolutamente vincere per sperare in un campionato diverso.

Per quanto riguarda le altre, il Palermo si riprende la vetta vincendo largamente al “R. Barbera” contro il Pescara uno scontro dal sapore di Serie A mentre la sorpresa Salernitana ha vinto di misura contro lo Spezia dell’ex cosentino Okereke portandosi al terzo posto. Belle vittorie anche del Cittadella contro il Venezia con Finotto mattatore assoluto del match e del Brescia contro l’Hellas Verona grazie ai goal di Donnarumma e alle magie di Tonali. Ritornano a sorridere la Cremonese di Rastelli, che ha vinto di misura in casa contro il Livorno, e il Padova della vecchia volpe Foscarini, corsaro al “Del Duca” di Ascoli. Chiude il cerchio il bel pareggio in rimonta del Carpi contro un Benevento in difficoltà.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.