CalabriaSport24

Serie A8 : Lazio prove di fuga

Rallenta il Bologna e ne approfitta la Lazio che conquista i tre punti e va in fuga solitaria distanziando le inseguitrici. In serie A2 invece troviamo un terzetto in testa, Chievo, Fiorentina e Palermo con cinque punti di vantaggio sulla seconda.
Serie A1
Riposa l’Empoli, tocca a Cagliari e Crotone dare inizio al sesto turno, i sardi non sanno più vincere e rischiano di avere la peggio contro un avversario ordinato e ben messo in campo, capace di passare in vantaggio per ben due volte, nel primo tempo con Sottile e nel secondo tempo con Le Coche su punizione. Le reti del Cagliari sono siglate da Cesario nel primo tempo e da Barbarossa nella ripresa per il 2-2 finale, qrazie al quale i pitagorici conquistano il primo punto in classifica.
La partita tra Verona e Napoli non si disputa per indisponibilità dei gialloblù, pertanto 3-0 a tavolino ai partenopei.
Il turno di riposo non ha portato bene al Bologna, che interrompe il suo filotto di vittorie contro una Juventus grintosa ed arrembante. Partono fortissimo i bianconeri che in meno di quindici minuti si portano in vantaggio di due reti con una bella doppietta di Laganà. La reazione rossoblù non si fa attendere e De Simone segna due reti in tre minuti riportando il risultato in parità. Il Bologna non si ferma e continua a segnare, al 23’ con Maione ed al 29’ con Bozzo, chiudendo la prima frazione in vantaggio per 4-2. Il secondo tempo inizia come il primo con la Juve all’attacco. Al primo minuto di gioco Crescibene accorcia le distanze dopo neanche dieci minuti il risultato è di nuovo in parità. Sul 4-4 un po’ di stanchezza fisica e mentale si fa sentire e le squadre non trovano il guizzo per cambiare ulteriormente il risultato di una partita splendida.
La Lazio batte 3-1 l’Inter e vola solitaria in testa alla classifica staccando il Bologna di tre lunghezze. Nonostante una buon avvio con il vantaggio siglato di Singhateh al 4’, i nerazzurri si sciolgono dopo pochi minuti e si fanno rimontare dall’avversario grazie alle due reti ravvicinate di L. Chiappetta al 12’ ed al 23’. Nella ripresa chiude i conti Gi. Manna al 49’.
Torna alla vittoria il Torino, che batte di misura il Foggia con risultato finale di 2-1. Partita equilibrata nella prima frazione, terminata a reti inviolate con le squadre che sono più attente a non prendere goal che a farne. Nella ripresa il Toro parte forte e passa in vantaggio al 3’ con Nigro, il Foggia non reagisce ed i granata raddoppiano con Rizzuti. Solo nei minuti finali i rossoneri alzano il ritmo riuscendo ad accorciare con Ghionna al 20’ ma il Toro tiene bene e porta a casa i tre punti.

Serie A2
Riposa il Frosinone, apre la giornata il Palermo che travolge 7-0 l’Atalanta in un incontro a senso unico, dominato dal primo all’ultimo minuto dai rosanero. Con questi tre punti il Palermo torna in vetta alla classifica. Di seguito il tabellino marcatori: 13′ Iemma (PAL) 16′ Orlando A. (PAL) 17′ Mauro (PAL) 31′ Perrotta (PAL) 37′ Mauro (PAL) 46′ Cosenza (PAL) 60′ Campolongo (PAL).
Spettacolare pareggio tra Venezia e Roma, terminato 5-5, con i giallorossi che conquistano il loro primo punto in classifica e dimostrano di migliorare settimana dopo settimana. Il Venezia partito alla grande non riesce a trovare quella costanza di gioco e risultati che gli avrebbero permesso di avere una migliore posizione di classifica. L’incontro è stato incerto e combattuto fino all’ultimo minuto di recupero, apre le marcature Semeraro al 1’ per la Roma, pareggia subito il Venezia con Salituro ma i giallorossi vogliono i tre punti e segnano tre reti in 20’, tutte firmate da Marino. Nella ripresa il Venezia entra con un altro piglio ed in soli otto minuti si riporta in parità grazie alle reti di Mariggio, Bernard e Lopez. Nei minuti finali Mriggio porta addirittura in vantaggio i suoi ma a tempo ormai scaduto un guizzo di Ferraro riporta la parità e chiude l’incontro.
Il big-match di giornata tra Chievo e Fiorentina vede vincitori gli ospiti, in un incontro che, come il precedente, ha regalato emozioni e spettacolo. Il primo tempo è molto equilibrato, le squadre si studiano ed il primo goal arriva solo al 17’ firmato dal gialloblù Bilotti. La rete sblocca l’incontro, due minuti ed il Chievo raddoppia con Papara, immediata la reazione Viola che accorcia con Perri. Si va ll’intervallo sul 2-1 per il Chievo. La ripresa inizia a ritmi altissimi, al 2’ pareggia la Fiorentina con Consoli, che scemano fino a metà tempo quando Bilotti riporta i suoi in vantaggio, il match torna vivace, la Viola non vuole perdere, pareggia al 53’ con Segreti e riesce a segnare il goal vittoria al 60’ ad opera di Perri per il definitivo 3-4. Con questa vittoria la Fiorentina si porta in testa a pari punti con Chievo e Palermo ma con una partita in meno.
Termina in parità tra Genoa e Udinese, entrambe le squadre sono a secco di vittore fino ad ora. L’incontro è equilibrato e tattico, al vantaggio iniziale di Greco per i friulani, risponde subito il pareggio di Bevacqua. Nella ripresa il copione non cambia, ad andare in vantaggio tocca ai rossoblù che segnano al 53’ con Nisticò M. per poi vedersi rimontare dopo appena due minuti dalla rete di Mascaro. Il 2-2 finale è il risultato giusto per quanto visto in campo anche se lascia entrambe le compagini con ‘amaro in bocca.
Chiude la giornata l’atteso match tra Parma e Milan, i ducali vogliono riavvicinarsi alle zone alte della classifica e riescono a conquistare i tre punti grazie ad una maggiore determinazione nonostante i rossoneri abbiano giocato uno splendido incontro e non meritassero la sconfitta. Il primo tempo termina in parità con reti di Vallone e Spadafora per il Parma e Faita e Boscaglia per il Milan, l’incontro si decide nella ripresa e le reti di Bacilieri e Barone Collonnese regalano la vittoria ai padroni di casa, inutile la seconda rete di Faita che fissa il risultato sul 4-3.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.