CalabriaSport24

Rieti-Reggina, verso un’altra farsa del calcio italiano…

Sembrerebbe oramai l’ipotesi più quotata e, di conseguenza, la scelta definitiva. Dovrebbe arrivare tra poche ore una comunicazione ufficiale riguardante la sfida tra Rieti e Reggina, con i padroni di casa che, salvo scossoni, dovrebbero mandare in campo la compagine Berretti ad affrontare la capolista del girone C capitanata da Mimmo Toscano.


Si tratterebbe di un’altra pagina sporca di un calcio sempre più “malato”, così come viene definito, ormai, da qualche anno a questa parte. Nuovo anno, stesso dejà vú. E così, dopo i recentissimi ricordi di Matera e Pro Piacenza, ecco che anche il Rieti sta cascando nel baratro. Bisognerebbe farsi delle domande, riflettere, darsi delle risposte ed agire, in modo tale che non si continui più ad assistere a tristi scenari del genere, dove a pagarne di più le conseguenze, soprattutto moralmente, come sempre, sono i tifosi (ma ovviamente non solo).

Si pensi anche ai calciatori ed alle proprie famiglie, costretti a fare sacrifici pur non vedendo un centesimo da mesi. Nel frattempo continua la querelle tra la nuova proprietà (Ital Diesel) e la vecchia (del presidente Curci). Scarico di responsabilità da una parte (la stessa che, attraverso un comunicato stampa, ha annunciato di aver pagato “ben” 9 calciatori), una minina possibilità di ristabilire gli equilibri dall’altra (con lo stesso Curci che avrebbe annunciato di voler riprendersi il club per salvare la situazione). Il tutto condito da comunicati, dichiarazioni spiazzanti, denunce e deferimenti annunciati.

Nel frattempo la prima squadra si è prontamente rivolta all’AIC, proclamando lo stato di agitazione e minacciando di non scendere in campo qualora gli stipendi non venissero pagati entro oggi.

Già pre-allarmata, come dicevamo prima, la Berretti, la cui sfida di domani in quel di Pistoia dovrebbe essere disputata dall’U17.

Sarà, con molta probabilità, ancora “grandi” contro “piccoli”. Sarà, ancora, l’ennesima farsa del calcio italiano…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.