CalabriaSport24

Rende, vincere a Viterbo per continuare a sperare

Andrea Rosito


Ultima partita di campionato per il Rende di Francesco Modesto, che chiuderà la sua stagione sul terreno del “Rocchi” di Viterbo. I biancorossi hanno l’obbligo di vincere, contro una diretta concorrente, per alimentare ancora la speranza di poter ambire all’ultimo posto play-off: serviranno infatti una serie di incastri negli ultimi novanta minuti della stagione, settimana prossima, per permettere al Rende di staccare il pass qualificazione. «Sappiamo che il passo falso contro il Trapani ha ridotto le possibilità di raggiungere i play-off -afferma il tecnico Modesto- ma nel calcio nulla è mai scontato. Non chiudiamo le porte a patto però che da Viterbo si torni con tre punti». Proprio la Viterbese ancora in gioco per vincere la Coppa Italia di categoria potrebbe dare un “vantaggio” al Girone C dando la possibilità anche all’undicesima in classifica di accedere ai play-off: «Dobbiamo vincere domani e poi vedremo se la Viterbese riuscirà a rimontare lo svantaggio contro il Monza. Questo discorso inizia a valere se la stessa Viterbese riuscirà ad entrare nei play-off». Il triplice fischio della sfida con la Viterbese metterà fine alla stagione del Rende e aprirà la stagione dei bilanci in via Fratelli Bandiera: «Il rammarico è di non aver fatto i punti che meritavamo, colpa di piccoli errori che però fanno crescere la squadra. Negli ultimi secondi -prosegue Modesto- per peccati di inesperienza abbiamo perso davvero tanti punti che potevano essere importanti per i play-off. Non rimprovero nulla ai ragazzi che hanno fatto un’annata straordinaria». Le parole di Modesto sottolineano la crescita esponenziale di giovani ragazzi come Minelli, Awua, Borsellini e Savelloni e la maturazione di altri come Franco, Vivacqua, Rossini e Viteritti. I bilanci di fine anno riguarderanno anche l’operato del tecnico Modesto, in aria di rinnovo: «Ho incontrato il presidente oltre due mesi fa. A fine campionato discuteremo con il presidente di tutta l’annata e solo in quel momento capirò se la società è soddisfatta del lavoro fatto da Modesto».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.