CalabriaSport24

Rende, tra attesa e speranza

Nella giornata di venerdì in Procura Federale è stato discusso e respinto il ricorso di Picerno e Bitonto dinanzi la corte d’appello: per i lucani era stato chiesto il collocamento all’ultimo posto del Girone C di Lega Pro 2019-20 con conseguente retrocessione, per i pugliesi una penalizzazione di 5 punti che li retrocedono alle spalle del Foggia e significano perdere la promozione tra i pro.

A fine dell’appello è Eduardo Chiacchio, legale del Foggia, a fare il punto della situazione: «È stato un processo ricco di tensioni dal momento che la posta in palio è molto alta e che vede coinvolti quattro club (Picerno, Bitonto, Cerignola e Foggia, non era presente il Rende ndr). La procura ha confermato la richiesta di esclusione dal campionato, mentre Picerno e Bitonto chiedevano il proscioglimento citando la sentenza Bisceglie da me gestita: sono situazioni diverse». Le vere notizie sono le richieste fatte dalla Procura Federale: si chiede infatti in appello che le penalizzazioni vengano scontate da Picerno e Bitonto nel campionato 2020-2021 e nel caso venga accolta questa proposta sarebbe notte fonda per Rende, Foggia, Bisceglie e Cerignola, condannate tutte alla Serie D, e proprio l’assenza del Rende durante l’udienza. Manca sempre meno all’inizio del torneo di terza serie e, come ogni anno, a regnare è solo il caos. Il Rende attende notizie, si spera positive, continuando a lavorare agli ordini di Caruso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.