CalabriaSport24

Rende, si attende il si della Figc per la salvezza

Fiato sospeso il Rende: l’assemblea della Lega Pro ha ratificato in settimana il blocco dei campionati di Serie C e il conseguente congelamento delle retrocessioni in Serie D e dei ripescaggi; la decisione dei club di terza serie passa ora la palla alla FIGC che dovrà dare il suo benestare. Il sì della FIGC decreterebbe così la salvezza per il Rende, al momento dello stop all’ultimo post della classifica nel Girone C.

Qualche giorno e il Rende saprà, in maniera ufficiale, il suo futuro. «Non diamo per certo lo stop del campionato, -spiega il dg Ciardullo- perché si parla di una proposta: la decisione diventerà effettiva quando la ratificherà il Consiglio Federale. Anche se onestamente non penso che la FIGC possa non tenere conto di una volontà quasi unanime dei 60 club di C. Dispiace non poter tornare in campo: è quello per cui ognuno di noi lavora quotidianamente, non poter concludere la stagione lascia un po’ di amaro in bocca».

Il presidente Coscarella però pensa già alla prossima stagione: «Ci saranno tante belle novità nella prossima stagione, -ha spiegato in settimana il numero uno di Via Fratelli Bandiera- ma il nostro obiettivo rimane quello di fare un bel campionato con una squadra giovane e di superare i problemi e le incomprensioni che ci sono stati in questa stagione. Abbiamo voglia di riscatto». Per grandi linee Coscarella conferma il progetto di basarsi sulla crescita e la valorizzazione dei giovani: anche questa estate il mercato rendese sarà incentrato sull’acquisto dei diversi under osservati durante gli ultimi mesi.

A fare eco alle parole del patron anche quelle di Ciardullo: «Siamo una società che negli anni ha sempre saputo programmare bene. E per questo non possiamo che ripartire con un duplice obiettivo: in primis, imparare dagli errori commessi in questa stagione, farne tesoro e poi valorizzare quanto di buono c’è stato, perché quest’anno abbiamo lavorato bene con i giovani. Credo che per il Rende, una società abituata a certe operazioni, a una chiara progettualità a livello giovanile, ripartire sarà un po’ più semplice che per altri club».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.