CalabriaSport24

Qui Rende: la difesa bunker e l’attacco si è finalmente svegliato

Andrea Rosito

Che spettacolo! Dopo il turno di riposo della scorsa settimana il Rende torna in campo e regala emozioni al “Lorenzon” travolgendo il malcapitato Fondi per 3 a 0

I tifosi, per la prima volta in stagione, hanno potuto assistere alla festa del gol dei centravanti di Trocini: apre Ricciardo, chiude Ferreira e nel mezzo trova il gol anche uno scatenato Goretta. Il centravanti siciliano ha ritrovato il gol che mancava da più di due mesi, l’ultimo lo scorso 10 dicembre nella sconfitta contro la Fidelis Andria, inoltre ha dato un contributo importante anche alla fase difensiva dei suoi, permettendo più volte alla squadra di salire. Il secondo gol è stato firmato da un ritrovato Goretta. Nelle scorse settimane l’attaccante argentino concessosi ai nostri microfoni aveva sottolineato le sue difficoltà nell’ambientarsi da subito alla categoria, però aveva rincuorato i tifosi gonfiando il petto e giurando un pronto riscatto, e così è stato! Entrato nella ripresa a rilevare proprio il primo marcatore ha iniziato a deliziare i propri tifosi con la specialità della casa: il gol! A freddo, dopo neanche due minuti dal suo ingresso in campo, ben servito da Gigliotti ha battuto un incolpevole Elezaj scatenando il visibilio dei sostenitori biancorossi, qualche minuto dopo ha poi servito a Michel Ferreira l’assist per chiudere e archiviare con un 3 a 0 la pratica Fondi. Adesso passiamo al brasiliano: ha nelle gambe un motorino instancabile e più volte ha l’opportunità, già nella prima frazione, di spaccare con le sue sgroppate la partita. Peccato che si perda in qualche dribbling di troppo, ma nel secondo tempo riesce finalmente a trovare un gol che mancava da tanto, troppo tempo.
Complice il pesante ko del Catania la difesa di Trocini è ora, con 19 reti subiti, la miglior difesa del Girone C e in tutti i campionati professionistici italiani solo le retroguardie di Juve, Napoli, Roma, Pisa, Reggiana e Padova hanno fatto meglio. È noto che quando la difesa non concede nulla tutta la squadra gira meglio: proprio questo è il segreto dei risultati del Rende di Trocini che sulle 13 clean sheets della coppia De Brasi-Forte ha costruito gran parte dei suoi successi. Per arricchire di statistiche i grandi risultati dei biancorossi basterà sottolineare le sole sette reti subite tra le mure amiche. Segna si poco il Rende, alle avversarie concede ancora meno, ma vince davvero tanto. Ma se l’attacco, sbloccatosi contro il Fondi di Sanderra, dovesse mantenere i ritmi degli ultimi novanta minuti si possono, come già dichiarato da Ricciardo, sognare i play-off e perché no togliersi qualche bella soddisfazione. Non svegliate il Rende!

 

Luigi Cristiano


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.