CalabriaSport24

Il Cosenza ritrova il sorriso: 3-1 al Pisa


Il Cosenza per ritornare alla vittoria ed invertire la rotta, il Pisa per continuare l’ottimo campionato disputato fino ad ora.

Braglia sceglie Broh e Machach e lascia fuori inizialmente Lazaar che ancora non ha i 90 minuti nelle gambe; dall’ altra parte D’Angelo ha a disposizione la formazione tipo ad eccetto del bomber Marconi fuori per infortunio.

Nei primi minuti le squadre si studiano ma si nota subito che è un Cosenza coraggioso e propositivo mentre il Pisa cerca di ripartire cercando Moscardelli per far salire la squadra; su questo andazzo, dopo 15 minuti dall’inizio, i lupi vanno vicino al clamoroso vantaggio: cross dalla sinistra di D’Orazio, Bruccini tutto solo va di testa a colpo sicuro ma è prodigioso Gori che nega il quinto gol personale al centrocampista. I rossoblù continuano il pressing e alla mezz’ora è Rivierè, sempre lui, che conquista palla sui 25 metri e lascia partire un missile che si insacca nell’angolino basso. Il mister dei toscani cerca così di ridisegnare la squadra passando ad una difesa a tre avanzando di più Birindelli ma il cambio di modulo non sortisce gli effetti sperati; il Cosenza controlla la partita agevolmente e costruisce altre occasioni da rete: Gori vola nuovamente e va prendere sotto l’incrocio un altro siluro calciato dai 30 metri dell’attaccante del Martinica. Poi, a 5 dalla fine è un super gol di Broh, il primo in serie B, che lascia partire un tiro ad incrociare potente e preciso che porta la formazione ospite sul doppio vantaggio. Non è ancora finita perchè l’attaccante ospite non è sazio di gol: proprio alla chiusura ennesimo cross dalla sinistra ed il numero 29, tutto solo, firma di testa la doppietta personale. Si va al riposo sul 3-0 per i calabresi.

La seconda frazione di gioco, vede dopo pochi minuti dall’inizio, l’ ingresso in campo di Litteri al posto proprio di Rivierè per problemi fisici. Il Pisa cerca di reagire ed il portiere ospite deve intervenire subito su Pinato; è il preludio al gol che arriva al 20esimo con Birindelli che con un tiro dal limite dell’area beffa l’incolpevole portiere rossoblù. La partita cambia e dopo 3 minuti il Pisa ha l’opportunità di portarsi sul 3-2 con un calcio di rigore per fallo di Monaco su Fabbro ma Moscardelli si fa ipnotizzare dagli undici metri da Perina. E’ l’episodio che spegne i sogni di rimonta dei padroni di casa che non riescono più ad impensierire Corsi e compagni; la partita infatti si conclude senza ulteriori sussulti,dopo ulteriori 6 minuti di recupero. Da segnalare l’espulsione di Marin per il Pisa nei minuti finali.

Un ottimo Cosenza sempre presente,concentrato e convincente espugna l’Arena Garibaldi di Pisa e si concede un Natale più “tranquillo” anche se la classifica ancora piange; per il Pisa un brutto KO che non oscura certamente quanto di buono fatto fino ad ora.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.