CalabriaSport24

Il Cosenza non muore mai: 2-2 nel recupero contro il Trapani


Sul prato del San Vito – Gigi Marulla va in scena lo scontro salvezza tra Cosenza e Trapani. Occhiuzzi mischia le carte e fa un pò di turnover; in difesa, al posto dello squalificato Idda gioca Capela. Centrocampo confermato per 3/4 con Bittante a sinistra e Casasola a destra padroni delle fasce, Bruccini e la novità Broh centrali; è in attacco che il mister opera più cambi: Asencio parte titolare al posto di Rivierè con ai suoi lati il confermato Baez e l’altra novità Machach. I siciliani, orfani di Pettinari, lanciano Dal Monte in attacco; Grillo parte titolare nonostante i dubbi dei giorni scorsi.

Nelle prime battute abbiamo un Cosenza propositivo con Machach che sembra ispirato: proprio da un suo assist arriva il tiro di Asencio, dopo 7 minuti, che il portiere devia in angolo. Il Trapani viene fuori lentamente ma, dopo 17 minuti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo Schiavi trattiene ingenuamente Piszczek: è rigore; batte Taugourdeau che segna e porta in vantaggio i suoi. I lupi si riversano in avanti e dopo soli 5 minuti ottengono un rigore per una trattenuta in area di Pagliarulo proprio su Schiavi: batte Bruccini che si fa ipnotizzare da Carnesecchi. Stessa situazione con risultato diverso. A 9 dalla fine è Dal Monte a pescare il jolly: sugli sviluppi di una punizione battuta velocemente, l’attaccante lascia partire un sinistro imprendibile dai 25 metri per Perina; Cosenza distratto in questa occasione. La reazione rossoblù è veemente e porta al gol di Baez che sfrutta l’ennesimo assist di Casasola ed anticipa rasoterra il difensore siciliano. Termina sul 2-1 per gli ospiti un primo tempo avvincente e pieno di emozioni.

Nel secondo tempo entrano subito Rivierè e Sciaudone per Machach e Bruccini per un Cosenza a trazione anteriore. Dopo sei minuti ancora Casasola serve Bittante che da solo spara addosso al portiere in uscita bassa. Passano una manciata di secondi ed ancora l’esterno rossoblù tenta un pallonetto che termina sulla parte alta della traversa. Anche in questo secondo tempo le occasioni non mancano. Pagliarulo si fa espellere e lascia i suoi in inferiorità numerica: siamo alla mezz’ora. Il portiere siciliano sale definitivamente in cattedra e dice no anche a Sciaudone e Rivierè che lo impegnano con un gran tiro al volo ed un colpo di testa. A tre dalla fine i lupi agguanterebbero pure il pareggio ma il gol di Rivierè viene annullato per fuorigioco. Ma ci pensa Asencio in pieno recupero a sfruttare un indecisione della difesa ospite ed insaccare la palla del pareggio. Dopo 6 minuti di recupero la partite termina.

Una partita bellissima che il Cosenza non doveva perdere. Un pareggio agguantato nel finale che permette ai rossoblù di sperare ancora; probabilmente un punto che non serve a nessuna delle due squadre ma che lascia aperti tutti gli scenari per la salvezza. I migliori in campo per le due squadre: Baez per i padroni di casa e Carnesecchi per gli ospiti. I peggiori: Capela e Pagliarulo.

Cosenza (343): Perina; Schiavi, Capela, Broh, Legittimo; Casasola, Machach, Bittante; Baez, Bruccini, Asencio.

Trapani ( 352): Carnesecchi; Pirello, Pagliarulo, Buongiorno, Grillo; Coulibaly, Taugourdeau, Colpani; Kupisz, Piszczek, Dalmonte.

Marcatori: Taugourdeau (TR); Dalmonte (TR); Baez (CS); Asencio (CS).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.