CalabriaSport24

Crisi Cosenza, di chi la colpa?

Andrea Rosito


Errori in serie e una classifica preoccupante, il Cosenza pareggia dopo aver perso l’occasione di una vittoria casalinga con uno Spezia che si salva in dieci. Serve una scossa per uscire dai bassi fondi, la squadra cosentina è immersa in una crisi di cui si coglie l’inizio (un mercato che si è concluso all’ultimo minuto) ma non la fine. A un passo dalla ripartenza del girone di ritorno il bilancio stagionale conferma che la zona retrocessione è sempre più vicina, numeri da brivido che necessitano una scossa immediata per non trasformarsi in incubo.

La sensazione è che i ragazzi di mister Braglia non siano capaci di adattarsi alle varie partite che si sviluppano dentro la stessa sfida. Gli undici partono in vantaggio e poi si complicano il cammino perdendo lucidità. Il direttore sportivo Stefano Trinchera, dopo il pareggio casalingo, ha confermato la fiducia a Piero Braglia. Quest’ultimo a fine partita è intervenuto: “dobbiamo essere più feroci e cattivi, non possiamo farci recuperare le partite come ad Ascoli e come contro lo Spezia. Quando è necessario bisogna prendere le ammonizioni e commettere falli per non far ripartire gli avversari. Mi dispiace soprattutto per la gente che ci segue, è un momento difficile, ma fino a quando mi faranno sedere su questa panchina darò l’anima per il Cosenza per tirarlo fuori dai guai. Ho un impegno d’onore con questa città”.

E se nel calcio contano i risultati e non le parole, gli occhi sono puntati verso la quindicesima giornata di campionato della serie BKT 2019/2020 in cui il Cosenza sfiderà il Perugia. Gli umbri hanno agganciato a quota 22 il treno all’inseguimento del Benevento capolista. Il Perugia di Massimo Oddo ha vinto in casa contro il Pescara 3-1, in classifica ha agguantato Pordenone (che ha una partita in meno), Crotone e Cittadella al secondo posto dietro il Benevento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.