CalabriaSport24

Cosenza, sconfitta al 90’ ed eliminazione dalla Coppa

Andrea Rosito


Fase di studio tra le due squadre nei primi minuti di gara, con il Cosenza che parte inizialmente da dietro senza mai impensierire Menegatti. La prima occasione da gol capita al 10′ sui piedi di Tuttisanti; l’attaccante biancoverde dribbla l’intera difesa rossoblu e va per due volte al tiro, ma Perina riesce a sbarrare la porta. La prima conclusione a rete per i silani arriva al minuto 18Pierini si accentra, mette palla al limite dell’area di rigore per Sciaudone, che si libera della marcatura e trova il tiro senza tuttavia centrare lo specchio della porta.

Il Cosenza è ben disposto in campo e raramente concede spazio agli avversari. Al 35′ Giorno si coordina bene per il tiro, ma il pallone finisce in curva. Botta e risposta, subito pericolosi i rossoblu: buona iniziativa di Bàez, pallone per Bruccini che spedisce di poco a lato. La squadra di Bragliaprende fiducia e al 37′ sfiora un’altra volta il gol: lancio da sessanta metri di Kanoutè, uno scatenato Bàez raccoglie il pallone e tira a botta sicura in porta, ma Menegatti respinge.

La prima vera occasione per i Lupi arriva all’8′: calcio di punizione dalla bandierina destra battuto da BàezLitteri colpisce di testa ma Menegatti salva miracolosamente e manda in angolo. Al 66′Donnarumma avanza indisturbato sulla corsia sinistra, si accentra in area e prova la conclusione sul palo lungo, ma il pallone termina sul fondo. Minuto 72, altra clamorosa occasione biancoverde: il Cosenza parte in contropiede e lascia un vuoto a centrocampo, Cuppone ne approfitta e vola verso la porta andando al tiro, ma la traiettoria deviata sbatte sul palo e finisce in angolo.La prima vera occasione per i Lupi arriva all’8′: calcio di punizione dalla bandierina destra battuto da BàezLitteri colpisce di testa ma Menegatti salva miracolosamente e manda in angolo.

La reazione rossoblu non tarda ad arrivare: al 76′Legittimo crossa in mezzo, Moreo si libera dall’avversario e stacca di testa con il pallone che si stampa sulla traversa. I rossoblu spingono, ma il Monopoli resiste e all’88’ ha la clamorosa occasione di passare avanti: l’arbitro vede un contatto tra Donnarumma e Pierini e comanda il calcio di rigore per il Monopoli. Sul dischetto va il grande ex della partita Mendicino, che fredda Perina e consegna ai suoi la qualificazione al terzo turno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.