CalabriaSport24

Cosenza impalpabile: il Pordenone passa 2-1


Termina con la vittoria del Pordenone la gara valevole per la sedicesima giornata del campionato di serie B. Contestazione da parte dei tifosi rossoblú contro squadra e societá.

Dopo il bel pareggio in quel di Perugia, i lupi non riescono a ripetersi in casa, questa volta contro il Pordenone. Braglia decide di cambiare: si affida alle geometrie di Greco in mezzo al campo mentre D’orazio e Carretta prendono il posto di Legittimo(non al meglio) e Pierini. Dall’altra parte i nero verdi, sulle ali dell’entusiasmo per la seconda posizione in classifica, si presentano senza particolari defezioni.
Nelle prime battute le squadre sono molto corte e attente e la gara si gioca soprattutto a centrocampo; prima occasione dopo 9 minuti con Carretta che spreca da pochi passi un ottimo cross dalla sinistra di D’orazio. Risponde il Pordenone dopo 4 minuti con Burrai: tiro alto sulla traversa. La gara vive di fiammate: al 18esimo, sugli sviluppi di una punizione, Pobega mette al lato un ottima occasione; botta e risposta: dopo 4 minuti, ê Sciaudone con un gran tiro da fuori area ad impensierire DiGregorio. Al 30esimo il vantaggio ospite: Strizzolo, servito ottimamente da Burrai, batte Perina con un bel colpo di testa. Il Cosenza non c è ed il Pordenone ne approfitta: Strizzolo, sempre lui, raccoglie un cross di Candellone ed in spaccata firma la doppietta personale. Termina cosi la prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo ci si aspetta una reazione da parte dei rossoblu e dopo quattro minuti Machach, entrato al posto di Carretta, con una grande azione impegna il portiere ospite; sulla ribattuta, Riviere manda incredibilmente sulla traversa da pochi passi. Dopo 20 minuti il Marulla grida al gol ma DeGregorio con un intervento ai limiti del possibile, con un grande riflesso, respinge il tiro al volo di Idda. Al 30esimo, dal nulla, il gol del Cosenza: Lazaar appena entrato lascia partire un tiro dai 25 metri che si insacca nell angolino basso. Inizia la girandola delle sostituzioni. A 3 minuti dal termine viene espulso Camporese per reiterata perdita di tempo. L’ arbitro concede sei minuti di recupero ma non succede piú nulla fino al termine.

Un brutto stop per la squadra di Braglia che non riesce a trovare una continuitá sia a livello di gioco ma soprattutto di risultati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.