CalabriaSport24

Cosenza, i tifosi pretendono chiarezza sul futuro


Nei giorni scorsi vi avevamo parlato della situazione di empass tra il presidente Guarascio ed il direttore Trinchera che oltre a ripercorrere gli errori del recente passato, danneggia pesantemente la squadra rossoblù. I tifosi, oggi, hanno voluto prendere una posizione ufficiale attraverso un comunicato stampa contro il presidente, riconosciuto come principale artefice della totale assenza organizzativa e progettuale societaria. Questo un estratto del comunicato:

“Il Cosenza non è un hobby, per noi. È una ragione di vita. La salvezza sul campo non può nascondere il disastro organizzativo di questa società. Non può essere un miracolo sportivo ad occultare le scelleratezze commesse da Guarascio e company. Non si può dimenticare, infatti, che tale miracolo nasce da una totale mancanza di programmazione, scaturita dal ritrovarsi in ritiro ad inizio anno con una manciata di giocatori, nonostante la salvezza matematica fosse stata raggiunta sul campo quasi 3 mesi prima. La gestione del Cosenza Calcio da parte del presidente Eugenio Guarascio in questi 9 anni è stata entusiasmante dal punto di vista dei risultati sportivi, tragica dal punto di vista della programmazione globale. La fortuna non può essere sempre la panacea di ogni male. La progettualità è base fondante di ogni team di calcio professionistico e con questa società la parola progettare è del tutto assente, da sempre, dai primi tempi della D, fino all’ultimo anno di B. Essere grati al presidente Guarascio per averci riportato nel calcio che conta non può e non deve far passare sottotraccia la pessima organizzazione di ogni reparto della società Cosenza Calcio, i cui meriti vanno a quei pochi che veramente hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e resistito nonostante tutto e tutti, da ultimo si veda Roberto Occhiuzzi, vero artefice del miracolo salvezza. Il presidente faccia finalmente capire se vuole veramente fare calcio a Cosenza, o tenersi un costoso hobby da palcoscenico altrimenti faccia subito un passo indietro; Non tollereremo più annate come quella appena conclusa, la nostra passione non può essere oltraggiata ancora. Mai più.”

Si attende, quindi, una risposta da parte di Guarascio che porti chiarezza fin da subito su argomenti come mercato, organizzazione societaria e ritiro estivo considerando che già molte squadre (anche di categorie inferiori) hanno comunicato date e luoghi di quest’ultimi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.