CalabriaSport24

Cosenza, è una vittoria fondamentale nel segno di Asencio: 2-1 all’ultimo respiro


Un solo risultato a disposizione per i lupi: la vittoria; toscani tranquilli già da un pò che non disdegnano però di buttare un occhio ai playoff distanti solo 2 punti. La spuntano i silani proprio all’ultimo minuto del recupero grazie ad una zampata dell’ex di turno Asencio.

Il Cosenza si presenta a questa partita in un buon momento psico-fisico, visti i risultati ottenuti nelle ultime giornate. che pertanto mister Occhiuzzi decide di confermare in blocco la formazione che ha vinto a Pordenone; non era mai successo fino ad ora. Il Pisa conferma la coppia Fabbro-Marconi in attacco con Lisi, che parte dalla sinistra, ma con libertà di svariare su tutto il fronte. Vido e Soddimo in panchina.

La partita: nei primi minuti un Cosenza ordinato riesce a bloccare tutte le linee di passaggio verso Marin mettendo in grossa difficoltà gli ospiti che, costretti ad impostare da dietro con Benedetti, non trovano le giuste distanze dei reparti. La prima, grande occasione, arriva al minuto 12 con Casasola che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce di testa nelle mani di Gori da non più di 2 metri; il portiere ringrazia. Alla mezz’ora si fa vedere il Pisa con un punizione di Gucher deviata da un difensore: fuori di poco. Dopo 28 minuti il vantaggio dei padroni di casa: Baez lancia Casasola che in area serve l’accorrente Carretta che batte Gori dal centro dell’area. E’ l’episodio che serviva. La partita, dopo il vantaggio, scivola via senza ulteriori sussulti tranne per una conclusione al volo di Gucher finita alta sulla traversa.

La seconda frazione di gioco inizia subito con una sostistuzione per gli ospiti: entra De Vitis per Benedetti. Il cambio fa si che il Pisa alzi il baricentro ed aumenti la pressione ma i rossoblù si difendono con ordine. Le squadre si allungano inevitabilmente ma le occasioni latitano fino a 15 minuti dalla fine quando arriva il pareggio neroazzurro: Birindelli scappa sulla destra e mette al centro, Moscardelli fa il velo e De Vitis batte Saracco. La partita scivola via senza sussulti fino al recupero quando Sciaudone colpisce la traversa di testa. I lupi ci provano fino alla fine e Asencio, proprio l’ex di turno, all’ultimo respiro, a far esplodere di gioia la squadra anticipando di suola il difensore ospite e battendo un incolpevole Gori.

Una rete che pesa tantissimo anche in virtù degl’altri risultati che proiettano i lupi ad un solo punto dai playout; ed ora la trasferta di Empoli all’orizzonte per continuare a sognare una salvezza da tutti data per impossibile solo qualche mese fa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.