CalabriaSport24

Coppa Italia Serie D, La Morrone beffata sul più bello.

Servono i calci di rigore per decretare il San Luca come nuova detentrice della Coppa Italia di serie D. Su un campo ai limiti della praticabilità e sotto una pioggia incessante i reggini riescono nell’impresa di battere l’undici cosentino e laurearsi campione.

Partita molto equilibrata giocata per lo più a centrocampo dove Misuri-Leta e Nagore dispensano grandi giocate con tanta qualità. Dopo qualche occasione da entrambe le parti è il San Luca a passare in vantaggio con Maviglia nei minuti finali del primo tempo: Bance non trattiene e sotto misura il difensore insacca.

Il secondo tempo inizia con la Morrone che conquista il pallino del gioco con il solito possesso palla ed il SanLuca che aspetta rintanato nella propria metà campo. E’ un possesso palla sterile però quello dell’undici granata; Stranges toglie Ferraro, impalpabile oggi, Leta e Nicoletti inserendo Trombino, Azzinnaro e Granata. I cambi portano vivacità e proprio su un cross di quest’ultimo, la difesa neroverde rinvia male e Nagore, con un gran tiro, insacca. Si va ai supplementari: due grandi occasioni, una per parte. Trombino, su punizione, chiama allo strepitoso intervento Caleio; dall’altra parte Bance respinge un gran tiro di Lazzarini. Proprio Lazzarini si fa espellere a 5 minuti dal termine del secondo tempo supplementare per un brutto fallo ai danni di Mazzei. Si va alla lotteria dei calci di rigore: sbaglia il solo Trombino ma basta per consegnare la Coppa agli avversari.

Dopo la finale persa contro il Corigliano dell’anno scorso, quest’anno, il San Luca vince il primo trofeo della sua storia; onore, merito e tanti applausi invece per i ragazzi della Morrone che hanno creduto fino all’ultimo nella vittoria e forse, su un altro terreno di gioco, sarebbe stata un altra partita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.